Differenze tra i due smartphone


Di recente un articolo pubblicato su TecnoFocus ha descritto alcune principali differenze tra i due smartphone di punta in casa Apple, il nuovissimo iPhone 6 e l’altrettanto nuovissimo iPhone 6 Plus.

L’articolo si è però soffermato sulle classiche differenze hardware. Si è parlato ad esempio dello spessore dei due case in alluminio, delle dimensioni dei due display e dello stesso identico processore montato su entrambi i modelli (parliamo di un Apple A8 a 64 bit accompagnati da un co-processore M8).

In realtà però le differenze tra i due modelli sono di più e potrebbero essere di fondamentale importanza per far cadere la scelta di acquisto su un modello anziché sull’altro. Vediamo quindi quelle più importanti ed evidenti per capire meglio in cosa si differenziano i due modelli iPhone.

Partendo dal modello più grande (iPhone 6 Plus appunto) la videocamera presenta un meccanismo interno che permette alle lenti di spostarsi un po’ come accade nelle fotocamere compatte. Questo permette di mettere a fuoco un determinato punto senza ricorrere a complessi algoritmi software come avviene sugli altri modelli Apple. Le foto possono essere scattate con una risoluzione di 3264x2448 pixel mentre per i video HD la risoluzione è di 1920x1080 pixel.

In modalità slow motion (cioè video al rallentatore) registra fino a 240 fps ovvero 240 immagini al secondo. Considerando che il nostro cervello ne percepisce 30 al secondo, quando guarderete un video girato in modalità slow motion sarà come vedere un video rallentato di ben 8 volte!

Entrambi i modelli dispongono di un buon stabilizzatore di immagini. In pratica quando fate un video noterete che le immagini non sono molto fluide a causa di movimenti involontari della mano e del vostro corpo. Grazie allo stabilizzatore di immagini i video saranno più “morbidi” e fluidi.